Giramondo

19 03 2011

un omaggio al viaggio, spero sia apprezzato.
buona visione
E

buona visione
E

Adobe CS5 and some cameras
😀





Week-end Stoccolma-Helsinky 24-28.feb.2006

28 02 2008

In questo nostro Report parleremo di una leggenda: la TROMBONAVE, la mitica nave che da Stoccolma arriva ad Helsinki, partendo la sera piena di ragazzi e ragazze che viogliono fare festa.Viaggio all’insegna del “Good Attitude”.

STOCCOLMA  (24)
 
Siamo arrivati a Stoccolma il venerdì 24 alle ore 15 circa.
Ci siamo subito buttati agli uffici della viking per prendere i biglietti della nave Cinderella il sabato (la tanto decantata trombonave).
84 Euro (diviso 2) con cabina con 4 letti.
Dopo aver visto l’ostello e posato i bagagli siamo andati subito alla ricerca di movimento….nel frattempo l’ora segnava le 20:00
Siamo andati a Ostemalm, quartiere pieno di locali e pieno di gente che vuole divertirsi…..dopo alcune birre, patatine e hamburger siamo andati a vedere se qualche locale ci faceva entrare.
A questo punto ecco la prima cosa negativa:
Gli svedesi sono stronzi e razzisti e non fanno entrare gli italiani nei locali….si inventano che devi essere registrato in lista!
Dopo 2 locali negativi il KARMA ci ha fato entrare…ovviamente non abbiamo fatto capire che eravamo italiani * ingresso 12E
* guardaroba 3E
* bibita EXIDER 6E dopo questo benvenuto alquanto “expansive” ci siamo buttati nella mischia…alle 4 siamo andati via con un taxi….eravamo un po’ “drunk” e a piedi non ce la facevamo proprio.

MARIELLA  (25/26)
 
Dopo aver visto Gamlastan, la citta vecchia, siamo andati agli uffici della viking per prendere in biglietti per la nave.
Strada facendo abbiamo pensato di cambiare meta, non aveva senso prendere la Cinderella per una notte e ritornare la mattina dopo….quindi abbiamo scelto la Mariella, che ferma ad Helsinki e impiega 2 notti di viaggio.
13 euro in due come differenza e abbiamo guadagnato una visita ad Helsinki.
Saliamo sulla nave alle 17:10 e alle 17:30 si parte.
Dopo una doccia, una dormita e una super-cena a buffet (26E…ma spesi bene!) ci siamo diretti al Tax Free.
Con 3 birre a testa in corpo siamo andati alla pista da ballo prima e alla discoteca poi.
La serata è cominciata moscia ma man mano che si ballava accoreva sempre più gente.
Inutile dire che è stata una bella serata dove abbiamo conosciuto molte finlandesi.
Tra Finlandia e Svezia c’è un rapporto di amore-odio che va avanti dall’era dei vikinghi, le finlandesi però a differenza delle svedesi sono molto più propense a parlare e ballare con gli stranieri.
Heidi, Myn, Patrizia, Mina e altri nomi impronunciabili ci hanno tenuto compagnia fino alle 5, ora in cui siamo andati a letto da soli pensando a tutte le storie che gli altri italiani hanno scritto sul conto di queste navi.
L’unico “quasi-rapporto-ravvicinato” che ho avuto è stato con una ragazza dell’ Uzbekistan o come diavolo si scrive, che poi è stata scoperta dal fratello ed è sparita nel nulla, lasciandomi da solo sulle poltroncine del DECK 5.

HELSINKI (26)

La domenica ad Helsinki è tutto chiuso!!!!!!
Ristoranti, bar, negozi….praticamente una citta deserta….solo i ristoranti cinesi sono aperti!!!!!
Dopo una colazione (ore 12.30) alla stazione centrale siamo andati un pò in giro al centro per vedere qualche edificio storico…….non c’è un ca**o!L’unica cosa di bello di Helsinky sono le Helsinkine!!!!
Per fortuna che c’era la finale di hockey su ghiaccio e quindi siamo stati insieme a tutti i tifosi in uno spiazzale con i maxischermi vicino al porto.
Alle 17. di nuovo in nave

MARIELLA  (26/27)
 
Dopo una dormita e un’abbondante cena al buffet c’è stata la svolta!!!!!
Eventi positivi:
vincita di 35 euro con un solo euro puntato alla Roulette
10 scolaresche in partenza da helsinki per stoccolma in viaggio scolastico
2 ragazze finlandesi come vicine di stanza al DECK 6
Dopo alcuni bicchieri di vino al ristorante subito abbiamo invitato a ballare 2 ragazze alla sala da ballo.
Ok finisce il lento e comincia madonna con la dance….le ragazze vanno via.
Arriva una Tettona russa tutta scollata con un bicchiere fosforescente in mezzo alle tette….inutile dire che come i piranha tutti si sono avventati intorno alla “trucida” specialmente un gruppetto di ragazzi indiani che sbavava e faceva foto….potendo forse raccontare qualche storia!!!
….che tristezza…… dopo aver visto questo ce ne andiamo al pub, dove canta Anastacia and her guitar from sweden.
Cantante chitarrista “nostra amica”, conosciuta la sera prima.
Cantiamo con lei “wild word” “feel” “wish you were here” “one” e altre canzoni unplugged.
Dopo una 30ina di minuti ci affiancano le 2 finlandesi di prima e cominciamo a conoscerci.
Minna e (nome assurdo) tutte e due 19enni in gita scolastica a Stoccolma.
Dopo 2 chiacchere ci invitano in disco e le seguiamo………dopo un po’ di ballo la situazione ci sfugge di mano!!!! io sparisco con minna e gianluca rimane a ballare con (nome assurdo)
Quando poi dopo un’oretta ci ribecchiamo, al DECK 5,  le ragazze si parlano in finlandese stretto e ci danno la buonanotte!
Io e Gianluca ci guardiamo e con un sorriso a 35 denti ce ne ritorniamo al pub.
altre canzoni…altra birretta.
Poi Disco.
Conosciamo altre ragazze, 2 delle quali 16enni!!!!!!!!
Le minorenni vengono subito bannate dalla nostra memoria e ci concentriamo su 2 ragazze più mature.
Loro ci stanno e ci invitano fuori per parlare….abbiamo parlato fino alle 3.30 poi ognuno va per la sua strada!!!
Ci dirigiamo alla nostra cabina.
Vicino la stanza nostra conosciamo Paola e Ruocco, altre 2 finlandesi in vacanza a Stoccolma.
Sono le nostre vicine di camera.
Paola è ubriaca persa e ci fa entrare in camera, Ruocco lucidissima subito mette in chiaro che non c’è trippa per gatti!!!
Noi (con molta calma e serietà) le facciamo capire che vogliamo solo parlare prima di andare a letto, anche perchè siamo stanchissimi e neanche il Viagra servirebbe a qualcosa!!!!!!.
Dopo aver imparato alcune bestemmie in finlandese (satan-perkele-vittu) e dopo aver insegnato loro le bestemmie napoletane ci salutiamo e andiamo a dormire.Risveglio alle 9.50…la nostra esperienza sulla Viking si è conclusa con commenti solo che positivi.
Pensiamo a tutti i racconti e tutte le stronzate che hanno scritto gli utenti a proposito di queste navi.
Noi per quanto ci riguarda ci siamo divertiti ed è stato bello conoscere gente, indifferentemente dal fare o non fare sesso, ed è un’esperienza da riprovare.
Magari però arrivando ad Helsinki un lunedì, giorno lavorativo e non festivo.
 
 
STOCCOLMA  (27)
 
Alle 13 ostello dormita e passeggiata per la via dello shopping.
alle 18 torniamo all’ostello ci riposiamo e alle 19.30 usciamo alla ricerca di un ristorante che faccia carne di renna.
La nostra compagna di serata, Alessandra, è un’italiana che lavora all’ambasciata da 3 anni.
Ci parla di Stoccolma, pregi/difetti e dopo la cena a base di Renna ci porta a fare un giro a Slussen, in cui possiamo ammirare il panorama della città e poi ci saluta.
Invece di tornare all’ostello deviamo per un pub “ROCK KARAOKE”.
Dopo varie birrette rimaniamo a parlare con 3 ragazze svedesi fuori dal comune: spiritose, autoironiche e intelligenti!!!!!!!!!
Dopo risate, aneddoti e discussioni sulla vita alle 3 di notte le salutiamo, loro ci invitano nel loro appartamento ma noi ringraziamo e a malincuore rifiutiamo concludendo con “Ma dove eravate in  questi giorni?!”

3.15 prendiamo le valigie, taxi per la stazione.
3.55 Bus per Aeroporto.
6.40 Aereo per ROMA.
Oggi (lunedì 28 febbraio) ore 15.00 si ritorna al lavoro!!!!!!!!!!!!!!!
 


Abbandonate tutte le leggende sulla trombonave e andate a Stoccolma se volete visitare una bella città e volete divertirvi senza pensare al sesso facile.
come dice MURPHY:
“se una cosa può non succedere, succede”
…….e se penso a tutti gli italiani che vanno in Scandinavia per beccare belle ragazze e vantarsi di storie inventate oltre a vergognarmi mi faccio 2 risate al sapere che questo non accadrà MAI (se non nella loro mente)!!!

Enzo e Gialuca…un saluto a KD e Silvia compagne di viaggio rispettivamente di andata e ritorno